Gli Strumenti e la Preparazione

Dalla limonata alla soffice consistenza

Sa Carapigna

Sa Carapigna è un antichissimo gelato sardo al gusto di limone risalente al XVII secolo, realizzato manualmente secondo una particolare lavorazione. Rappresenta il primo sistema di congelamento sotto agitazione inventato dall'uomo e prevede l'utilizzo di tecniche e strumenti unici.

Sa Carapignera

Sa carapignera o anche sorbettiera è un recipiente cilindrico munito di un particolare coperchio con manico impugnabile, che ne permette una chiusura ermetica. Anticamente si utilizzavano carapigneras in stagno, piombo, ferro-zinco ecc., abbandonate poi per via della poca resistenza dovuta alla deperibilità dei materiali, in alcuni casi tossici.

La carapignera contenitore della limonata
Il barile

Su Barile

Su barrile è un mastello in legno di castagno formato da doghe serrate insieme da due o tre cerchi in ferro o recentemente in acciaio inox, che lo circoscrivono a differenti altezze. Garantisce un ottimo isolamento termico tra la miscela ghiaccio-sale e l’ambiente esterno.

Su Ferru 'e ferru

Su ferru ‘e ferru è una paletta metallica, anticamente in ferro e ora in acciaio inossidabile, costituita da un lungo e sottile manico a sezione circolare terminante con una punta piatta e lanceolata. In passato su ferru ‘e ferru in ferro veniva ripulito da eventuali tracce di ruggine sfregandolo energeticamente con sa tauledda, (un coccio di terracotta), e succo di limone.

Ferru e ferru strumento manuale per lavorare la limonata
Ferru e linna, strumento manuale per la lavorazione finale

Su Ferru 'e linna

Su ferru ‘e linna è un piccolo mestolo in legno, utilizzato per amalgamare la carapigna nell’ultima fase della lavorazione. Viene anche utilizzato, durante la preparazione de su bagnu, ogni qual volta sia necessario mescolare o rimestare il preparato.


Su Bagnu

La catena produttiva de Sa Carapigna ha inizio con la preparazione de “su bagnu”, una soluzione di acqua, zucchero e limone, ottenuta secondo una ricetta tramandata da generazioni. Su bagnu viene versato all’interno de “sa carapignera” che viene a sua volta inserita all’interno de “su barrile”.

Ghiaccio e Sale

L’intercapedine formata tra sa carapignera e su barrile viene riempita di ghiaccio e sale che non sono ingredienti, ma vengono utilizzati esclusivamente per la refrigerazione. Il sale permette un abbassamento della temperatura di fusione del ghiaccio portando la miscela al raggiungimento di temperature negative che in condizioni ottimali possono attivare a –20°C. La rotazione de sa carapignera garantisce un rapido scambio termico tra la miscela ghiaccio-sale e la limonata, permettendone cosi il congelamento.

La Mantecazione

Il prodotto viene successivamente lavorato con “su ferru ‘e ferru” e “su ferru ‘e linna” al fine di amalgamare, sminuzzare e garantire al prodotto finito una consistenza simile a quella della neve fresca.